La Signora apparve alla grotta

18:05

Nell’ambito di Reteventi Cultura 2018 di Regione del Veneto e Provincia di Treviso con il patrocinio di Società Speleologica Italiana e Federazione Speleologica Veneta il Gruppo Grotte Treviso presenta:

La Signora apparve alla grotta

 

 

di e con Massimo Goldoni e Giampaolo Zaniboni

accompagnamento musicale di Letizia Tassi

Venerdì 15 giugno 2018, ore 21.30
Presso la sede del Gruppo Grotte Treviso (come arrivarci)
Ingresso libero

 

Racconto spettacolare di apparizioni, grotte, dipinti e statue da giardino. Parole e immagini di un viaggio tra la visionarietà dell’arte e l’immaginario trash.

Tutto è giocato in termini brillanti e ironici, sempre evitando di urtare sensibilità. Di certo, dopo le visioni di Lourdes, nell’immaginario popolare la grotta e la Madonna sono qualcosa di quasi inscindibile. La Grotta è la Casa della Madonna, è soglia tra luce e buio. È desiderio e paura.

Chi oltrepassa la soglia è naturalmente pazzo. Il racconto, in forma di spettacolo gioca sull’immaginario che permea le grotte. Un immaginario che riguarda anche gli speleologi, che superano la soglia. Le immagini sono assemblate per l’evento, ma sono il frutto di una ricerca durata molti anni e che ha portato a pregevoli pubblicazioni. Inoltre, è affascinante come l’iconografia sia stata trasportata nella cultura pop, quasi alla soglia del trash.


Scarica la locandina (pdf)

Nel cuore della terra

01:32

Venerdì 8 settembre, ore 21.30

presso il Centro di Documentazione speleologica F. Dal Cin

Via Cal di Breda 132/III, Treviso

Il Gruppo Grotte Treviso e La Venta presentano:

 

Nel Cuore della Terra

 

I 25 anni di La Venta

 

Ingresso libero

(altro…)

RetEventi 2015 – Storie di Uomini e Montagne

16:53

Il Gruppo Grotte Treviso e La Venta Esplorazioni Geografiche organizzano tre serate sul tema "Storie di Uomini e Montagne", nell'ambito di RetEventi 2015.

Clicca per scaricare il volantino

 

Storia e storie del soccorso speleologico

Aurelio Pavanello. Venerdì 19 giugno 2015, ore 21.30

RetEventi_2015_Storia_e_storie_del_soccorso_speleologicoIl Soccorso Speleologico italiano nasce ufficialmente nel 1965, in seguito ad alcuni gravi incidenti in grotta, all’interno del Corpo Nazionale Soccorso Alpino. Attraverso foto d’epoca e filmati, Aurelio Pavanello, speleologo, per molti anni vice-responsabile nazionale e ora responsabile degli studi statistici del soccorso, ci accompagna attraverso una straordinaria storia di solidarietà, dedizione e competenza riconosciuta in tutto il mondo. Gli elementi ambientali e umani che caratterizzano la speleologia, che ne hanno dato l’impronta sin dalla nascita, divengono nel soccorso valori assoluti. Storia e storie del soccorso, che Aurelio (Lelo) Pavanello ha in gran parte vissuto in prima persona.

 

 

Promemoria

Lorenzo Cadeddu, Ezio Anzanello. Venerdì 26 giugno 2015, ore 21.30

RetEventi_2015_PromemoriaIl Carso era una prora…
Nell'estate e autunno del 1916 il generale Cadorna, non avendo a disposizione le forze necessarie per una grande offensiva, effettua degli attacchi mirati su settori delimitati del Carso. Il 14 settembre inizia la Settima battaglia dell’Isonzo, la prima di tre offensive limitate al Carso, che si susseguono nel giro di due mesi. Partendo da un verso di una canzone di E.A. Mario dedicata al soldato ignoto, il colonnello Lorenzo Cadeddu ci racconterà dell'enorme sacrificio di sangue di queste "spallate carsiche" e delle trincee, immani ferite della crosta terrestre, luoghi di infinite attese in condizioni estreme e al tempo stesso “sicurezza” per i soldati che ci vivevano dentro.
Il colonnello Lorenzo Cadeddu è Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, presidente del Centro Studi Storico-Militari sulla Grande Guerra “Piero Pieri” di Vittorio Veneto e membro della Società Italiana di Storia Militare.

La Grande Guerra da Valparola al Passo Ombrettola
Nella seconda parte della serata, Ezio Anzanello, speleologo e fotografo, ci guida attraverso alcuni percorsi di guerra sul fronte delle Dolomiti. Da Valparola al Col di Lana, risalendo la cresta del Padon attraverso la via ferrata delle Trincee e poi ancora in Marmolada, Anzanello ci illustrerà le sue ricerche sulle gallerie di guerra, raccontandoci come questi splendidi scenari montani siano stati teatro di una guerra estenuante in un clima rigido, con difficoltà di trasporto dei materiali e con modeste attrezzature a disposizione. In particolare ci parlerà della “guerra di mina” che ha lasciato profonde tracce sul paesaggio dolomitico: soldati italiani e austriaci costruirono imponenti sistemi di gallerie allo scopo di raggiungere sottoterra le postazioni nemiche e farle saltare in aria.

 

Muli de Grota

Franco Gherlizza. Venerdì 3 luglio 2015, ore 21.30

RetEventi_2015_Mule_de_grotaPassione, amicizia, solidarietà. Carso triestino, Alpi Giulie. Franco Gherlizza, speleologo triestino, presenta il suo libro "Muli de Grota". Storie di grandi amicizie e di rivalità costruttive, impostate sempre sul rispetto dell'altro, ma che servono per incentivare le attività e creare una sorta di filo conduttore per le varie storie che si susseguono, in buona parte, sul territorio carsico alle spalle di Trieste ma anche sulle Alpi Giulie, dove il massiccio del monte Canin fa da sfondo all'epica "corsa" al meno mille degli anni '70 e '80. Un libro che previlegia il rapporto che si instaura tra le persone e il territorio in cui si svolgono le loro passioni per il sottosuolo e per la montagna. Come ha scritto il giornalista Massimo Gobessi: "Un libro che guarda a quei valori che piano piano stiamo dimenticando un po' tutti; è un libro che fa meditare sul senso dell'amicizia, della parola data, dell'appartenenza, della solidarietà. È più un libro di valori che non uno spaccato personale di “vita” speleologica".

RetEventi 2014 – Crocevia Sotterranei

13:04

Anche quest'anno il Gruppo Grotte Treviso e l'Associazione Geografica La Venta organizzano tre serate ed una mostra con il tema comune "Crocevia Sotterranei" rientranti in RetEventi 2014.

Clicca qui per scaricare il volantino

 

20 giugno: Vuoto!

Giovanni Badino e Max Goldoni presentano lo spettacolo “Vuoto!”.  Si tratta di un evento unico per la singolarità del tema e l’eclettismo dei protagonisti. Il saxofonista Tommaso Antonucci accompagna la performance, sottolineando e traducendo i concetti mirabili e insoliti esposti nel corso della serata.

Ore 21.30 presso la sede del Gruppo Grotte Treviso

Clicca per maggiori informazioni.

27 giugno: Naica, la Grotta di Cristallo

Naica è la storia di un’avventura. Racconta il viaggio moderno di un gruppo di speleologi, scienziati e documentaristi al centro della Terra. Il loro desiderio è esplorare, studiare e filmare un luogo fantastico: sotto la Sierra di Naica, nel nord del Messico, esiste un incredibile sistema di grotte di cristallo. Tra queste “vive” la Cueva de los Cristales, una grande caverna a 300 metri di profondità piena di giganteschi cristalli di gesso, unici al mondo. Si è formata nel corso dei milioni di anni ed è stata scoperta per caso.

Ore 21.30 presso la sede del Gruppo Grotte Treviso

Clicca qui per maggiori informazioni.

4 luglio: Dalle grotte alle stelle – Il Progetto CAVES

Astronauti di diverse agenzie spaziali (ESA, NASA, JAXA, Ruscosmos, CSA) si impegnano nel corso di addestramento in una grotta in Sardegna ideato da Loredana Bessone, con il supporto dell'Istruttore Nazionale di Speleologia del CAI Francesco Sauro.

Ospiti: Paolo Nespoli (primo astronauta italiano a soggiornare nello spazio per una missione di lunga durata), Loredana Bessone (lavora per l'Agenzia Spaziale Europea dedicandosi all’addestramento di astronauti in condizioni estreme e alla creazione di analoghi spaziali), Francesco Sauro (socio del Gruppo Speleologico Padovano e dell’associazione La Venta e membro del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico).

Ore 21.30 presso l'auditorium della Provincia di Treviso

Clicca qui per maggiori informazioni.

20 giugno – 20 luglio "Alieni: la meravigliosa fauna sotterranea"

Mostra fotografica dedicata alla fauna troglobia, con immagini provenienti da grotte di varie parti del mondo. Una sezione è dedicata agli animali che vivono nelle cavità del Montello, con immagini realizzate dal Gruppo Naturalistico Montelliano.

Aperta il sabato e la domenica, presso la sede del Gruppo Grotte Treviso

Clicca qui per maggiori informazioni.

OLTRE LA SOGLIA: mostra, proiezioni film ed immagini 3D

14:21

RetEventi 2013: OLTRE LA SOGLIA – Storie di grotte e di miniere

14:12

Il sottosuolo è un luogo sia fisico che mentale: gli speleologi lo trasformano da entità immaginata in luogo finito e concreto, strappando al buio brandelli di luce di conoscenza. Luoghi che non esistono sulle carte geografiche vengono poco alla volta esplorati, nominati, rilevati, diventando parte di una mappa mentale. Ma dopo il primo passo, che rende reali i luoghi esplorati, gli speleologi da una parte ed i divulgatori dall'altra si trovano di fronte al difficile compito della rappresentazione. Come descrivere un luogo alineo se non si condividono comuni termini, esperienze, sensazioni? Il lavoro del divulgatore diventa quindi quasi "antropologico", se riconosciamo all'antropologia la funzione di traduzione di culture. Bisogna tradurre nella lingua di coloro che ascoltano esperienze ed ambienti a loro sconosciuti.

La rassegna di quest'anno è dedicata proprio alla rappresentazione del monto sotterraneo o meglio ad alcune tipologie di mondo sotterraneo. Oltre al mondo della Speleologia il Gruppo Grotte Treviso in collaborazione con l'associazione La Venta affronta quest'anno anche quello delle miniere e dell'attività estrattiva grazie ad una straordinaria Mostra che espone le copertine originali de La Domenica del Corriere dedicate ai grandi eventi ed alle grandi tragedie del secolo scorso.

La rassegna declina il tema generale di RetEventi Cultura 2013 "Dare forma alle idee" attraverso la rappresentazione del mondo nascosto, passando dai disegni di Beltrame del secolo scorso alle tecniche di fotografia tridimensionale, dalla comunicazione del reale per superare l'immaginario alla creazione del sogno attraverso la realtà.

Proiezione: Grottenarbeiter – Alla ricerca del fiume nascosto

12:25

Venerdì 1 Luglio 2011 – Ore 21:30
Auditorium della provincia di Treviso – ingresso libero

 

Grottenarbeiter 
Alla ricerca del fiume nascosto (anteprima)

Tra Trieste e Lubjana, nel cuore della vecchia Europa, esiste ancora un territorio sconosciuto, incognito: un fiume sotterraneo che entra in Slovenia e fuoriesce nel mare Adriatico dopo un percorso di circa 50 km quasi completamente ignoto. Un fiume della notte che unisce due nazioni e che l'uomo tenta di raggiungere da oltre due secoli. Una storia di sfide impossibili, successi e tragedie: sostenuta prima dalla spasmodica ricerca dell'acqua per la città di Trieste, poi dal desiderio tutto umano di conoscere, svelare i misteri, illuminare il buio. Fino a diventare oggi la cronaca dei un'avventura reale, una della ultime esplorazioni geografiche possibili sul nostro Pianeta.
La ricerca del Fiume della Notte.
In tutto il mondo la parola carsismo significa grotte, e non a caso il nome deriva proprio dell'altopiano che sovrasta Trieste. Qui è nata la speleologia, la scienza che studia il mondo sotterraneo. E' nata per la ricerca del Timavo sotterraneo, ma nasconde due secoli di tentativi il mistero non è ancora stato risolto.
Il presente del racconto è il tentativo contemporaneo di due gruppi di speleologi triestini, in competizione tra loro, volto al raggiungimento del Timavo attraverso un'impressionante serie di scavi sul Carso triestino che sono tuttora in corso. Uno sforzo estremo, duro e molto pericoloso, paragonabile solo a quello dei minatori del XVIII secolo, giustificato solo da una passione senza limiti e dal desiderio incontenibile di trasformare una leggenda in realtà.

Film documentario di 52 min
Regia: Tullio Bernabei
Fotografia: Giano Sironich
Produzione: Fantastico
Distribuzione: National Geographic e La7

Acque sotterranee transfrontaliere

08:11

Venerdì 24 Giugno – ore 21:30 – ingresso libero

Acque sotterranee transfrontaliere

Incontro con Philippe Pypaert – Unesco Bresce

La gestione delle acque transfrontaliere, sia superficiali che carsiche, è estremamente delicata; la criticità dell'argomento è sotto gli occhi di tutti e rappresenterà sempre di più una questione di vitale importanza, a livello economico, sociale, politico.

Europa sotterranea in 3D

Serata con proiezione di filmati in 3D su grotte e fenomeno carsico di alcuni paesi europei. La proiezione è realizzata dal Team La Selle, un gruppo internazionale dedito alla fotografia in 3D.

Proiezioni all’auditorium della Provincia Treviso: Le Vene dei Monti – The Water We’ll Drink – Buso della Rana

21:00

Società Speleologica Italiana,
Federazione Speleologica Veneta, Gruppo Grotte Treviso
Con il patrocinio della Provincia di Treviso


Sabato 9 Aprile, alle ore 21:15 Treviso, Auditorium della Provincia – Ingresso libero.
(Via Cal di Breda 116)

Vi invitano alla proiezione di:

LE VENE DEI MONTI

Film di Andrea Gobetti e Tommaso Biondi
prodotto dalla Federazione Speleologica Toscana
Sarà presente l’autore Andrea Gobetti, speleologo e scrittore

 

THE WATER WE’LL DRINK

Videoclip vincitore del 1°premio al “2nd EuroSpeleo Image’In Film Festival”
Sarà presente l’autore Sandro Sedran, della Commissione Fotografica della FSV

 

IL BUSO DELLA RANA

Immagini inedite

 


 

Eventi collaterali, presso la sede del Gruppo Grotte Treviso
(Parco dello Storga, via Cal di Breda 132/III – Treviso)

mostre:

“ITALIA SPELEOLOGICA”

a cura della Società Speleologica Italiana e delle Federazioni Speleologiche Regionali

 

IMMAGINI E MATERIALI PER LA STORIA DELLA SOCIETÀ SPELEOLOGICA ITALIANA

“Appunti per colmare un vuoto di memoria"

nei giorni 9 e 10 aprile si svolgerà il Laboratorio del Catasto delle Grotte e del Territorio, della Commissione Nazionale Catasto delle Grotte (accesso riservato agli addetti ai lavori) Con il contributo della Federazione Speleologica Veneta e della Federazione Speleologica Regionale Emilia Romagna

Inaugurazione nuova sede Gruppo Grotte Treviso

14:28

Il Gruppo Grotte Treviso vi invita all'inaugurazione della nuova sede

Sabato 11 settembre 2010, dal tardo pomeriggio, ci sarà l'inaugurazione della nuova sede del Gruppo Grotte Treviso e del Centro di Documentazione Speleologica "Francesco Dal Cin"
Per l'occasione, durante la serata, verrà presentato in anteprima il documentario dal titolo

"Mani come badili – C'era una volta il Cin", di Antonio De Vivo ed Enzo Procopio.

Per motivi logistici vi chiediamo di farci sapere, per tempo, il numero dei partecipanti.

 

 

Qui sotto alcuni momenti durante il montaggio della pergola…

Montaggio pergola Montaggio pergola Montaggio pergola

1 2