Speleologia in Apuane alla Buca Go Fredo

14:00

Attività svolta dal 4 al 6 settembre 2015

Preparativi per l'ingresso in ManzaghiròL'occasione è ghiotta: fine settimana in Apuane. Gli obiettivi non mi sono chiari da subito ma non importa, mi basta sapere che si andrà in grotta e che questa grotta è “Go Fredo” (un -1000, dall'ingresso più alto). In calce all'articolo c'è il video relativo a questa uscita.

Il viaggio da Treviso alla speleo-house di Agliano richiede 7 ore, con qualche sosta lungo il percorso per compattare le auto con gli altri speleo diretti in Go Fredo. Arriviamo quasi all'una di notte, sveglia puntata alle 8. Si parte alle 9, il meteo non è dei migliori e mentre siamo in auto, diretti verso il Monte Sumbra, inizia a piovere; sosta forzata a Vagli, in attesa della fine della pioggia. Dopo un'oretta le nuvole sono ancora minacciose ma almeno ha smesso.

Un paio di giri del fuoristrada di Roberto “Cormorano” portano tutti al “Hotel Val Boana” (una baracca di legno e lamiera) dove ci (altro…)

Piani Eterni, campo speleo estate 2015

16:21

Attività svolta dal 1 al 15 agosto 2015

Baratro Cin - Abisso ScomparsoQuest'anno il Gruppo Grotte Treviso ha partecipato al campo speleologico sui Piani Eterni (BL) come uno dei gruppi sostenitori. L'area fa parte del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, le grotte si trovano ad una quota superiore ai 1700 metri, in zona di Riserva Integrale (serve il permesso anche solo per poterci passare camminando). Link all'articolo riassuntivo: http://www.scintilena.com/risultati-e-sinergie-dal-campo-nei-piani-eterni-dolomiti-bellunesi/08/18/

Le attività svolte dai soci GGT, all'interno del campo, hanno spaziato tra placchettatura e posizionamento GPS di grotte già conosciute e rilevate, rivisitazione di grotte che chiudevano su neve o ghiaccio in passato, esplorazione e rilievo di nuovi pozzi e documentazione fotografica. Un'altra importante attività del campo ha visto protagoniste molte squadre che si sono alternate nel complesso PE10 per riarmare il ramo della Dolina Verde, esplorato in parte una ventina d'anni fa ma che promette scorciatoie e nuovi passaggi.

Una grossa novità del campo estivo 2015 è stata la scoperta del Baratro Cin, un pozzone all'interno dell'Abisso Scomparso. Questa grotta merita una breve descrizione, sia storica che (altro…)

Argilloni a Sinistra, capitolo 8: l’anello

20:48

Attività svolta il: 31/11/2014

Oggi siamo ben in 9, facciamo due comitive all'andata, una più avanti ed una che arriva con più calma. L'andata ormai la facciamo con il pilota automatico e appena arriviamo ci mettiamo a frugare tra i massi di crollo.

Massimo scopre un nuovo meandro sfondato in zona della Sala da The, armo e scendiamo, alla base è largo ma l'acqua si infila nello stretto non percorribile, mi tolgo l'attrezzatura ma è possibile percorrere solo pochi metri, oltre in basso si vede un abbondante arrivo d'acqua concrezionato, con portata (e aspetto) simile a quella degli Inferiori a Valle nei giorni di magra; promette nuovi passaggi se risalito controcorrente ma per arrivarci occorrerà provare a risalire e prendere una finestra a metà del pozzo.

A questo punto è già passato molto tempo e parte dell'allegra compagnia si incammina per tornare fuori con calma. Invece noi (Federico, Paolo e Massimo ed io) ci spostiamo nel Ramo Ikea dove facciamo un rapido giro per aggiornarci sui passaggi da controllare, Federico mi mostra uno sfondamento che si apre in testa ad un meandro vicino al camino, non lo avevamo visto.

Proseguiamo verso uno degli obiettivi della giornata. Armo e scendo il pozzo in cui (altro…)

Una domenica in Abisso Col de la Rizza

20:17

Attività svolta il: 7/12/2014

Abisso Col de la RizzaUna domenica mattina di Dicembre sulla piana del Cansiglio te l'aspetti ben più gelida, invece quando Dado, Lorena, Stefano (da Ferrara) ed io ci ritroviamo a incamminarci verso l'Abisso Col Della rizza, sembra quasi di essere ad Aprile.

Arrivati sul posto rimango colpito dall'ingresso: piuttosto aggressivo… non a caso l'armo comincia dall'esterno, aggirando a semicerchio la dolina che circonda l'entrata e tuffandosi infine giù, verso la stretta fessura che si apre nel fondo. Una volta dentro un traverso abbastanza scomodo da il via al famigerato P100(frazionato e armato in doppia) che comunque non riserva intoppi o sorprese di sorta.

Giunti nel fondo si apre il salone principale, poco più avanti Dado e Stefano si dedicano ad armare una risalita (scopo principale dell'escursione), mentre Lorena si presta a farmi da guida turistica per un paio d'ore nel resto della grotta. Il proseguo è piuttosto semplice, c'è poco da camminare e perlopiù si affrontano piccole calate di una decina di metri.

Si attraversano quindi il pozzo Nicoletta, la Sala dei Ferraresi e il Pentivio, tutti nomi che per un motivo o per l'altro mi era capitato di sentir citare qua e là in qualche frammento di conversazione, e ora vedo per la prima volta. In alcune zone la grotta è particolarmente bella e sono presenti soffitti concrezionati che meriterebbero (altro…)

Ramo dei Geodi, capitolo 7

17:23

Attività svolta il: 12/10/2014

Nuovo argillone nel Ramo dei GeodiObiettivo della giornata: arrampicare il camino trovato nelle zone nuove ed armare un traverso in un punto non difficile da passare ma molto esposto (vedi le esplorazioni precedenti).

Ci troviamo molto prima del solito per avere più tempo a disposizione, siamo in quattro (io, Dado, Paolo e Sandro) con soli due sacchi quindi la progressione è abbastanza rapida.

Una volta arrivati quasi in fondo agli Argilloni a Sinistra salutiamo il “vecchio camino” da cui passavamo fino a poco tempo fa (strettoie e fango) con le dovute cortesie (vaf#@$#£&$!!!) e tiriamo dritti verso la nuova corda. All'inizio del meandro nel Ramo dei Geodi ci ricolleghiamo ad un caposaldo ed iniziamo a rilevare solo una poligonale con il DistoX2, che comodità! Prendiamo anche un po' di quote relative all'ingresso con un altimetro e scopriamo che nel nuovo ramo siamo a circa -50, come la Sala della Frana vicina all'ingresso (-48 m).

Arrivati alla Sala da The Dado inizia ad armare il traverso, nel frattempo (altro…)

Ad Ovest di Paperino (Canin)

15:50

Attività svolta il: 4 e 5/10/2014

Fine settimana memorabile per il GGT, con due squadre impegnate in attività speleologiche su differenti fronti; non accadeva da molto tempo! Tre soci (i due Federico e Carlo) andranno in Castel Sotterra (vedi il racconto) mentre io (Alberto), Dado ed Andrea puntiamo al Canin, nell'ambito del Progetto Grande Poiz.

Appuntamento nel primo pomeriggio di sabato a Resiutta, a sorpresa da Trieste arriva solo Gianni, gli altri che dovevano venire sono stati costretti a rinunciare. La salita non riserva sorprese e la sera arriva presto, tempo di cenare e ci “imbustiamo” nei sacchi a pelo a Casera Goriuda.

In piena notte, mentre noi dormiamo ancora, dal piazzale di Sella Nevea parte Sandrin che arriva in casera prima dell'alba per darci la sveglia. Con le prime luci del dì scendiamo al bivio per la conca del Grande Poiz da dove iniziamo ad inerpicarci tra le pareti lungo una traccia di sentiero, aiutandoci ogni tanto con le corde lasciate in loco precedentemente nei passaggi più delicati.

Raggiunta la zona dell'ingresso ci cambiamo ed indossiamo dei pittoreschi impermeabili che, in teoria, serviranno a proteggerci dal latte di monte ed evitarci il congelamento. La corrente d'aria tanto temuta oggi non c'è ma gli impermeabili li teniamo lo stesso, non si sa mai, ed infondo proteggono comunque dal freddo e dall'umido anche se un po' scomodi.

Sandrin va avanti, io cerco di stargli a ruota (altro…)

Argilloni a Sinistra, capitolo 6 – Andiamo all’Ikea

15:42

Attività svolta il: 05/10/2014

Castel_Ikea_5L'uscita precedente aveva lasciato in sospeso alcuni interrogativi: primo di tutti era quello della piastrina con anello di corda trovato in testa ad un pozzo, nel nuovo Ramo Ikea.

Si dice che la curiosità è femmina; bene in questo caso la curiosità è speleo.

Giro di messaggi su whatsapp e si organizza l'uscita per domenica.

I baldi esploratori, oltre al sottoscritto, sono Carlo e Federico.

Alberto, Dado e Andrea per questa volta snobbano il caldo fango del Montello, preferendo la fredda roccia del Canin (vedi il racconto).

Giovedì in sede chiedo a Dado le indicazioni per arrivare al fantomatico anello di corda. La volta precedente avevo bivaccato alla Sala da The con Lorena quindi non avevo la benché minima idea di dove fosse questo posto. Speriamo bene, penso.

Domenica mattina partiamo, arzilli e super motivati, alla volta del Castel Sotterra, non prima di aver fatto la tradizionale colazione al solito bar di Giavera.

Ci cambiamo rapidamente e poco prima delle 10 entriamo. Nonostante l'andatura turistica, il meandro degli argilloni ed i sacchi non così leggeri, alle 12 circa siamo alla Sala da The. E non siamo soli; infatti in un angolino della sala c'è (altro…)

Argilloni a Sinistra, capitolo 5

16:44

Attività svolta il: 07/09/2014

Con Dado, Lorena, Andrea e Federico andiamo nel neo-scoperto Ramo dei Geodi per rilevarlo e iniziare una risalita. Invece per colpa mia il DistoX2 non è tarato e causa dimenticanza la batteria di riserva per il trapano rimane in auto, quindi ci dedichiamo a proseguire l'esplorazione.

Prima percorriamo il meandro andando verso valle; torna verso la fine degli Argilloni a Sinistra e sfonda proprio sopra alla rampa fangosa che porta al “Salone 189”. Dado e Federico armano una calata che ci permette di risparmiare ancora più tempo per arrivare alla zona esplorativa. La carica della batteria interna trapano basta appena per completare l'armo.

Risaliamo poi il meandro a monte cercando di controllare le prosecuzioni più ovvie; ovunque ci sono massi di crollo: continua. Dalla parte alta del meandro diparte una piccola galleria che continua oltre ad uno stretto passaggio ostruito da un masso, oltre si vede ancora nero. Dalla parte opposta (altro…)

Argilloni a Sinistra, capitolo 4

14:59

Attività svolta il: 24/08/2014

Una Domenica di sole in questa estate dispettosa è un dono raro, ma qualcuno (forse per ripicca!) ha pensato bene di snobbarla e infilarsi laggiù, fra il buio e il fango perenne. Ed è di nuovo Castel Sotterra (vedi i precedenti episodi: puntata 1, puntata 2 e puntata 3).

Con tutta calma(appuntamento ore 9, siamo pur in ferie, chi più chi meno) mi avvio quindi verso il bar di Giavera, dove mi raggiungono, nell'ordine: Massimo, Dado e Alberto. Colazione, e poi si parte per la puntata numero quattro della saga “Argilloni a Sinistra”, con l'intento dichiarato di chiudere l'anello che congiunge la sala grande dei misteriosi fix a un punto noto della grotta. In parole povere: l'obiettivo è arrivare e tornare indietro per un'altra strada, che logica vuole e pretende deve esserci!

Il tragitto d'andata ormai si fa col pilota automatico inserito: arrivati al primo camino ricomincia anche (altro…)

Novità dal Castel Sotterra?

11:57

Attività svolta il: 13/07/2014

Torniamo per toglierci il dubbio sul salone (ri)trovato la volta precedente (vedi racconto). Stavolta ci siamo ricordati la corda per l'ingresso e siamo più veloci. Arriviamo in zona del camino ed iniziamo a prendere una nuova poligonale per confermare i dati su cui avevo delle perplessità.

Salita, strettoia, salita in strettoia, discesa, salita, strettoia, saletta, strettoia, saletta, buca da lettere, tronco di galleria, pozzetto stretto, saletta, cunicolo, salita in buca da lettere, cunicolo disagevole ed eccoci al punto di partenza!

Tutto sommato con il DistoX il rilievo non ha portato via molto tempo alla progressione che già di suo è molto lenta visti i passaggi disagevoli. Prima Dado, poi io, Sandro, Massimo ed Andrea passiamo l'ennesima strettoia verso la galleria superiore ed il salone. Pausa pranzo, siamo già infangati per bene. Con Dado rilevo l'arrivo d'acqua che entra nel salone, prosegue per qualche decina di metri poi (altro…)

1 2 3